Passa ai contenuti principali

Computer e telefoni più lenti se basati su Intel


L'origine del problema risiede all'interno dell'hardware "fisico" della microarchitettura x86-64 di Intel, e non può essere eliminata con un "semplice" aggiornamento al microcodice veicolato attraverso un aggiornamento del firmware UEFI. La patch dovrà quindi agire a livello di sistema operativo, e in questo caso tutti i principali player di mercato (Windows, Linux, macOS) sono coinvolti.

La soluzione più immediata al bug sarebbe l'impiego di una misura di Page Table Isolation (PTI), un modo per rendere gli indirizzi di memoria assegnati al kernel "invisibili" e separati ai normali processi utente. In questo modo, però, si costringe il processore a un "super-lavoro" per passare continuamente dalla memoria kernel a quella utente con un impatto sulle prestazioni della CPU stimate fra i cinque e il 30% a seconda del modello del processore.



#informatica 
--

Marco Costanzo

Commenti

Post popolari in questo blog

Il sentiero della pace

Il sentiero della pacedel venerabile Ajahn Chah© Ass. Santacittarama, 2002. Tutti i diritti sono riservati.SOLTANTO PER DISTRIBUZIONE GRATUITA.Traduzione di Silvana Ziviani.Brani estratti da un discorso del Venerabile Ajahn Chah indirizzato ai monaci e ai novizi.POSSIAMO DIRE CHE IL RETTO SENTIERO DELLA PACE, il sentiero che il Buddha ha scoperto e ci ha indicato, che conduce alla pace della mente, alla purezza e alla realizzazione delle qualità di un samana, è formato da sila (freno morale), samadhi (concentrazione) e pañña (saggezza). E' una strada valida per tutti. Infatti i discepoli del Buddha che divennero illuminati, all'inizio erano delle persone ordinarie, come tutti noi. Anche il Buddha all'inizio era uno come noi. Praticarono e dall'opacità fecero emergere la luce, dalla rozzezza la bellezza e dalle cose vane e inutili grandi benefici per tutti.Silasamadhi e pañña sono i nomi dati a tre diversi aspetti della pratica. Praticando sila, samadhi pañña, in ef…

13 maggio

Non smettere di imparare

“Chiunque smetta di imparare è vecchio, che abbia venti o ottant'anni. Chiunque continua ad imparare resta giovane. La più grande cosa nella vita è mantenere la propria mente giovane.” 
HENRY FORD